DIANA ALESSANDRINI: IGNORANTI SENTIMENTALI

DIANA ALESSANDRINI: IGNORANTI SENTIMENTALI

 

COMUNICATO STAMPA

Dopo l’anteprima al XXVI Salone del Libro di Torino,  Edizioni Opposto presenta il romanzo di Diana Alessandrini

IGNORANTI SENTIMENTALI

Venerdì 7 giugno 2013, alle ore 18,30, presso la libreria Arion Esposizioni,  Via Milano, 15/17 (angolo Via Nazionale) – Roma

INTERVERRANNO: GERARDO D’AMICO (GIORNALISTA RAI, CONDUTTORE TELEVISIVO), PROF.SSA CHIARA SIMONELLI (PRESIDENTE EUROPEAN FEDERATION OF SEXUOLOGY), PROF. HERBERT VALENSISE (SEGRETARIO NAZIONALE SOCIETA’ ITALIANA OSTETRICIA E GINECOLOGIA), VIRGINIA FODERARO (EDIZIONI OPPOSTO) DIANA ALESSANDRINI (AUTRICE).

Diana Alessandrini, IGNORANTI SENTIMENTALI"Denso di riferimenti all’arte e alla letteratura, Ignoranti sentimentali è un romanzo intimista nelle cui trame si intrecciano riflessioni psicologiche ed esistenziali.

Una donna. Un uomo. Una storia di disamore e negazione.

Un ritratto impietoso del narcisismo e dell’ignoranza sentimentale dei nostri tempi. Malattia di cui soffre in primis l’Italia. Un Paese che non sa più amare e che con la Legge 40 non riconosce ai suoi cittadini il diritto alla felicità e li esilia in giro per l’Europa ad affrontare una fecondazione eterologa che proibisce.

Scomodo, dissacrante, commovente. Ignoranti sentimentali è un romanzo di un’attualità che coinvolge e sconvolge. E che solleva degli interrogativi medici sociali e generazionali improcrastinabili, su cui è necessario riflettere e cominciare a dare delle risposte.

Come si arriva al femminicidio? Cosa c'è prima? Quali dinamiche psicologiche scattano in donne giovani, intelligenti, preparate che si lasciano sottomettere e accettano il plagio di un compagno? Quando e come una donna reagisce e trova dentro di sé la forza per uscire dalla trappola in cui è caduta? Per la salvezza quanto conta il desiderio di un figlio e di autodeterminarsi attraverso la procreazione? E di fronte a un maschio narcisista, il ricorso alla fecondazione eterologa può rappresentare una soluzione?

Sinossi:

Fabrizio Feliciani è un ignorante sentimentale. Un cinquantenne di bell’aspetto con un corredo di cultura e mistero, ma un cuore calloso, indurito da un radicato distacco dalle emozioni, coltivato negli anni. Domiziana Alicanti è una trentacinquenne in crisi esistenziale e coniugale dopo un lutto familiare e una difficile fecondazione assistita. Una donna a confronto con se stessa.

Quando inciampa nella vita sterilizzata di Fabrizio, Domiziana vi versa dentro tutti i suoi sentimenti e la contamina. Ma viene anche soggiogata dal fascino di quest’uomo che oppone alla vita il suo granitico rifiuto e trova nei libri il surrogato delle emozioni che non ha il coraggio di provare.

Comincia così per la protagonista un percorso di sottomissione volontaria, che – attraverso le “gioie” dell’autodegradazione – la conduce sino ai confini dell’oblio di sé. Tutto in nome di un amore vampirizzante che non picchia ma nega, non urla ma ignora, non frolla la carne ma uccide l’anima. Solo la discesa nelle regioni profonde della sua psiche, consentirà a Domiziana di vedere il baratro nel quale è caduta e di trovare le forze per tornare ad affermare la validità delle sue ragioni e l’urgenza dei suoi bisogni, in primis un figlio.

Ignoranti sentimentali è la cruda autopsia di un amore nato morto, ma soprattutto di una società di narcisisti, sempre più numerosi e meno riconoscibili in quest’epoca di individualismo coatto, in un’Italia che per prima non sa più amare. Un duro atto d’accusa verso un paese ipocrita, schiacciato da diktat religiosi e politici, ostaggio di un clericalismo dilagante, che nega i diritti civili dei suoi cittadini.

Autore:

Diana Alessandrini, storica dell’arte, studiosa di architettura e giornalista, lavora al Giornale Radio RAI dal 1998, dove ha condotto oltre a diverse trasmissioni anche le edizioni principali del Gr1, Gr2 del Mattino e ora del Gr3. Ha scritto diversi saggi, molti dei quali dedicati all’architettura e all’urbanistica: l’ultimo è Roma liberty. Itinerari tra Modernismo ed Eclettismo (1870-1925), con Carla Cesaretti, Palombi 2013. Nel 1996 ha vinto il Premio Frontiera per la silloge poetica inedita, con la pubblicazione del libro Anima chiara. Questo è il suo primo romanzo.

 

Info: ufficiostampa@opposto.net - Mob. 331/8472931

 

0 Comments

  1. […] volentieri già dato voce su questo Blog, in occasione della presentazione del suo primo romanzo, Ignoranti sentimentali, ci passa questa testimonianza di vita che generosamente mette a disposizione di tutti, uomini e […]