DONNE PERSE(PHONE)

DONNE PERSE(PHONE)

DONNE PERSE(PHONE) Un libro per raccontare la violenza di genere e il femminicidio attraverso un mito antico, quello della dea greca Demetra e di sua figlia Persefone.

La Casa Editrice dei Merangoli presenta un testo teatrale che è già diventato uno spettacolo prodotto dalla M.Th.I. e portato in scena da donne socialmente impegnate contro la violenza di genere.

Giovedì 12 LUGLIO 2018 ore 18.00 Giardino dei Merangoli
Roma, Santa Maria dell’Orto - Via Anicia,10 (Trastevere), presentazione del libro
DONNE PERSE(PHONE)
di Annalisa Venditti, Ed  dei Merangoli 

Presenta Mariolina Palumbo, psicologa e psicoterapeuta, intervengono con l'autrice: Vanessa Foglia, stilista e creatrice di Abitart , Paola Sarcina, regista e presidente M.Th.I., le interpreti dello spettacolo Donne Perse(phone), verranno presentati estratti dallo spettacolo.

DONNE PERSE(PHONE) è un dramma moderno che trae spunto dalle cronache dei nostri giorni, dalle storie vere di ragazze e donne uccise o abusate da un marito, un fidanzato o un compagno violento. Vite perdute e spezzate per mano di uomini aggressivi e quindi inadeguati a gestire un rapporto di coppia. Gli antichi greci ricorrevano al mito di Demetra, dea delle messi, e di sua figlia Persefone, rapita da Ade, per spiegare l’alternarsi delle stagioni.  Il volume, impreziosito dalla prefazione del prof. Willy Pasini, sessuologo e scrittore, è una tragedia che dà voce alle vittime. Le figlie ritornano e lo fanno per raccontare alla madre gli ultimi momenti della loro vita e per ricucire quello strappo che - nonostante tutto - non potrà mai recidere un legame tanto forte e profondo.

ANNALISA VENDITTI è giornalista professionista, scrittrice e autore televisivo. È laureata in archeologia e storia dell’arte greca e romana. Si occupa da anni di cronaca nera, giudiziaria e di omicidi irrisolti. Attualmente lavora nel programma di Rai 3 “Chi l’ha visto?”
DONNE PERSE(PHONE)  di Annalisa Venditti, editore dei Merangoli collana Giardini, 112 pagine , Euro 12.00 , www.deimerangoli.it

I commenti sono chiusi