HAITI: DOPO IL TRAUMA DEL TERREMOTO, LA PAURA DELLO STUPRO

HAITI: DOPO IL TRAUMA DEL TERREMOTO, LA PAURA DELLO STUPRO

riceviamo da Amnesty International e volentieri pubblichiamo. Sosteniamo il lavoro di Amnesty International.

"Un ragazzo che mi aveva pedinato ha aperto la porta. Mi ha immobilizzata con le mani e ha fatto quello che voleva fare. Mi ha preso a pugni. Non sono andata alla polizia perché non lo conoscevo, sarebbe stato inutile. Mi sento sempre triste e temo che possa accadere ancora."

Machou, 14 anni, è stata violentata in un bagno di una delle numerose tendopoli ancora presenti ad Haiti a un anno dal terremoto del 12 gennaio 2010. In questi campi, le donne non solo fanno i conti col trauma di aver perso cari, case e beni, ma vivono nella paura quotidiana dello stupro.

Per saperne di più

Sosteniamo il lavoro di Amnesty International.

I commenti sono chiusi