SIAMO TUTTI ITALIANI

SIAMO TUTTI ITALIANI

Foto di Teresa Mancini

di Franca Pace

Nelle famiglie è bastato un telecomando e un telefonino per far sentire tutti più indipendenti, come se quel filo
ormai staccato avesse cancellato ogni regola e ci siamo sentiti più indipendenti, più liberi da regole che
reputavamo superate ed è questa la ragione che ora crea un grande malcontento generale.
Per il fallimento dell'idea di un facile arricchimento è fallita una Banca Americana ed ha generato la crisi di molte Nazioni Europee, oggi stiamo pagando le conseguenze di tutto ciò.

Non è colpa della Politica, ma solo di alcuni meschini personaggi se stiamo vivendo questa crisi, questa estrema situazione che dallo scorso anno sta creando un malcontento generale.

Purtroppo noi abbiamo dimenticato tante regole e ogni sacrificio o cambiamento sembrano portarci verso una fine,dobbiamo ragionare più concretamente e cercare di ricordare le vecchie abitudini dimenticate.

Sono andata in Francia ed ho visto tanti francesi così corretti, inquadrati, tutti amano la Patria uniti dagli stessi ideali. Sono andata in Inghilterra: gli inglesi amano la Regina Elisabetta e vivono con più serenità i problemi, lei li ama e li protegge con amore.

Perché in Italia abbiamo tanto assenteismo, perché moltissimi italiani non pagano le tasse, perché gli italiani odiano
i politici,perché non sono patriottici ?
Ho conosciuto tanti uomini politici che sanno lavorare onestamente, il buono e il cattivo c'è dovunque.
Nelle altre Nazioni c'è più rispetto, più amore, qui da noi c'è odio e come si può rinascere da tanti sbagli fatti da tutti
se non nasce amore tra noi?
Se tutti noi decidessimo di dare il buon esempio sarebbe più difficile sbagliare; purtroppo viviamo con disagio e paura per quanto sta accadendo.
L'Italia è una macchina spenta che si deve rimettere in moto con strategie diverse.

I commenti sono chiusi